Biancaneve nel Novecento Di Marilù Oliva

Sono i racconti di due donne, Bianca e Lily, quelli che corrono lungo le pagine bellissime di questo libro. Bianca vive in un misero appartamento della periferia bolognese con una madre, Candi, alcolizzata e violenta che, proprio come la matrigna nella fiaba di Biancaneve, le avvelena la vita in ogni modo.
Lily è una ragazza bretone che, in seguito a un matrimonio per procura, si trasferisce a Parigi; è nella casa dei suoceri che sarà arrestata dalla Gestapo per aver nascosto una famiglia ebrea e tradotta a Buchenwald.
In quell’orrore a Lily toccò, tra i maltrattamenti e i soprusi, quello che più umilia, offende, calpesta e annienta la dignità di una donna: il bordello.
In questi “edifici speciali”, i Sonderbau, ideati da Himmler per incentivare il lavoro dei prigionieri e premiare i kapò “più meritevoli”, le condizioni di vita erano relativamente buone: razioni di cibo accettabili, acqua e sapone per l’igiene, un letto per dormire, la promessa – mai mantenuta – di essere liberate dopo sei mesi.

Per queste ragioni le giovani donne che venivano scelte per questo “servizio”, seppure sottoposte alle peggiori angherie, avevano qualche possibilità in più di sopravvivere.
Lily, ferita in modo indelebile nel corpo e nell’anima, è viva quando gli americani liberano il campo, e si salva.
Anche Bianca ce la fa, e nonostante la miseria morale e materiale che la circonda, diventa una giovane donna che trova il suo riscatto nello studio dedicandosi, in particolare, alla condizione delle donne nei campi di sterminio nazisti.
Due storie che procedono l’una accanto all’altra fino a quando, a un certo punto, si incontreranno nella rivelazione di uno struggente segreto di famiglia, e sarà dolore che si aggiunge al dolore, ma anche ritrovamento e speranza.
Un libro pieno di sofferenza, ma anche di amore e pietà per tutte quelle donne che dal Novecento sono state violate, e che devono rimanere vive, almeno nel ricordo.

Abbonati a Toscana ebraica

LEGGI TUTTO IL GIORNALE IN DIGITALE A SOLI 30€ L' ANNO